Home » amore » Paure nell’Inconscio e Uomini Straordinari nelle Mie Radici.

Paure nell’Inconscio e Uomini Straordinari nelle Mie Radici.


Va tutto bene finché so che saremo insieme….. basta poco, un niente, un nuovo Suo impegno e mi sento vacillare…

Quando ero bambina mio padre partiva per lavoro e stava via per settimane, spesso non potevo neanche parlarci perché le telefonate erano brevi e così il più delle volte, parlava solo con mia madre. Io ne soffrivo.
Adoravo mio padre ed avrei sempre voluto un rapporto esclusivo con lui invece c’era sempre un “intermediario”…. a quei tempi non capivo che loro dovevano parlare di cose importanti essendo lontani e avrei voluto più spazio… più attenzioni…. e invece mi sentivo messa da parte, poco considerata perché “piccola”….

Che io riviva le stesse paure?
Paura di un’improvvisa lontananza?
Paura che ci sia qualcosa o qualcuno di più interessante o importante di me….?
Paura di essere messa in secondo piano.

Mi rendo conto di vivere queste situazioni in modo irrazionale e spesso mi sento pronunciare le stesse parole che sentivo dire a quei tempi da mia madre…. rendendomi conto che non mi appartengono del tutto…. e che vorrei liberarmene.
Come se in quei momenti stessi rivivendo una trasposizione….

Uomini indipendenti e liberi, fieri e sicuri di sé…. così è il mio uomo… e così era mio nonno.
Un uomo libero, bello e carismatico, ma che sapeva amare. Che amava sua nipote come una figlia, che mi ha infuso la dolcezza di un rapporto unico e forte.
Un rapporto energico, frizzante, affettuoso e vivo tutt’ora: ci scontravamo, ma lo adoravo!
Lui è con me, anche se non c’è più…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...