Home » amore » Tra le scapole.

Tra le scapole.


Tu, in fondo, sei sempre quella cosa lì.

Quella piega in mezzo alle scapole, dove incanalarci il viso, che ci entra ancora perfettamente e, come un ricordo che torna da lontano, io sono al sicuro, protetta, a casa.

I piccoli angoli di te, che col tempo dimentico, ma che per caso ritrovo e mi fanno capire perché siamo ancora al fianco, l’una dell’altro.

E in quell’angolo respirarti ancora e ritrovarti, ritrovarmi.

E anche in mezzo ai nostri contrasti, le nostre lievi e stridenti asintonie, rimane un filo continuo, forte e fine come un filo d’acciaio, da parte a parte, a tenerci collegati.

Il legame.

Forse è questo che si sente intimamente, in mezzo agli stridori di tutti i giorni, in quelli grigi che buttano polvere e sporcano, ovattando, distraendo.

In mezzo alla polvere, un sottile lunghissimo filo d’acciaio satinato, che corre snodato ma, spolverato, torna più rigido e vero.

15 Marzo ’15 – 6:00 a.m.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...